Da Augusta a Pisa. Le peripezie di un abate del XII secolo

Loading...
Thumbnail Image
Date
2012
Authors
Lemut,Maria Luisa Ceccarelli
Journal Title
Journal ISSN
Volume Title
Publisher
The Southern African Society for Medieval and Renaissance Studies (SASMARS)
Abstract
A Pisa, nella chiesa di San Michele in Borgo, in fondo alla navata sinistra, a destra della porta della sagrestia si legge un’epigrafe novicia che così si esprime: SCHISMATICOS FUGIENS EGINO HIC CONDITUR ABBAS, QUEM MICHAEL SUPERAM TRASTULIT IN PATRIAM. L’epigrafe, tuttora inedita, si riferisce alla tomba di un abate di nome Eginone, che fuggendo gli scismatici, a causa dei quali – come vedremo – fu costretto a lasciare la sua patria terrena per venire a morire a Pisa, fu sepolto nella chiesa dedicata all’arcangelo Michele, che lo condusse nella patria celeste. Niente di più ci dice l’epigrafe, per altro trascrizione moderna dell’originale perduto; tuttavia dell’abate Eginone ci è pervenuta la narrazione della vita, riferita dal suo dicepolo e compagno Uodascalcus e pubblicata nel 1856
Description
Keywords
Middle Ages -- Periodicals. , Renaissance -- Periodicals. , Middle Ages. , Renaissance.
Citation